SEVILLA - 74° Streaming - 8/11/2020

Domenica 1 Novembre 2020 ho tenuto il 74° Streaming dedicandolo ad un altro brano fondamentale del repertorio chitarristico: SEVILLA di Isaac Albéniz

Ho tralasciato di parlare e raccontare della vita di Albéniz perché l'ho già fatto nello streaming dedicato ad ASTURIAS

Ho iniziato questa diretta con l'ascolto di una performance di Sevilla ad opera del grande Andrés Segovia. Una esecuzione live del 1968, in cui il Maestro spagnolo aveva ben 75 anni, ma sfoggia una brillantezza, un piglio e un'energia da fare invidia a un ventenne! Peccato che YouTube me l'abbia tagliata per questioni di diritti sulla registrazione. (Quindi nello streaming non potrai ascoltarla. Ecco perché consiglio sempre di non perdere la diretta!)

Poi ho messo a confronto le seguenti trascrizioni:

1) Francisco Tarrega e Miguel Llobet

2) Miguel Angel (di cui non ho notizie)

3) José de Azpiazu

4) Michael Troster

5) l'originale per pianoforte

6) quella che viene spacciata per la trascrizione di Andrés Segovia.

E qui ho aperto una parentesi.

Nel 2001 è stato pubblicato dalla Berben un volume chiamato "Andrés Segovia: Transcripciones - Volume 3", in cui sono raccolte tutte le trascrizioni che Segovia non ha mai pubblicato, per mancanza di tempo o altre ragioni. Sono state "trascritte" dalle registrazioni di Segovia da un chitarrista americano presentato all'Innominato da Eliot Fisk: un certo Philip de Fremery (cerca su YouTube e poi fammi sapere...), di cui entrambi garantiscono avere un orecchio talmente infallibile da captare non solo le note suonate da Segovia ma persino le diteggiature. 

SEVILLA è la prima trascrizione del libro e se tutte le altre sono come questa, garantisco io che questo libro non serve neanche come documento: è un fake.

Si, perchè in SEVILLA ci sono intere battute che Segovia non ha MAI inciso. Da dove saltano fuori? E se l'orecchio di Philip sbaglia le note, immaginiamo quante diteggiature sono state trascritte a caso?

Questo libro è uno dei tanti pubblicati solamente per fare soldi: non vale niente! Mi domando, però: possibile che nessuno se ne sia mai accorto?

Un'altra cosa su cui mi sono soffermato è la registrazione di Julian Bream. Di Sevilla, intendo. Bream fa una cosa strana, di cui ancora non riesco a capirne il senso. Peccato che non possiamo più chiederglielo. Anche qui: possibile che mai nessuno abbia sollevato la questione? Possibile che nei Forum di chitarra ci si accapiglia per cretinate e domande così nessuno se le faccia? Forse non interessa nessuno, ma a me piacerebbe sapere perché Bream fa quella cosa. Se qualcuno dovesse scoprirlo, per favore, che me lo faccia sapere.

Nel resto dello streaming ho fatto una comparazione delle trascrizioni, partendo da quella storica di Tarrega/Llobet, a cui Segovia si è rifatto, pur aggiungendo delle sue cose, alcune delle quali vere e proprie licenze poetiche che, però, funzionano. Ne ho spiegato i perché.

SEVILLA è uno di quei brani che Segovia suona in maniera perentoria: chi ha da ridire sulla performance di Segovia è davvero un villano, oltre che un sordo!

Non mi convincono le trascrizioni moderne, da quella di Manuel Barrueco a quella di Troster, in cui, per essere più fedeli all'originale, riempiono di note la partitura, rendendola fiacca dal punto di vista chitarristico e musicale. 

E se è vero che Albéniz, dopo aver ascoltato Tarrega suonare alcuni brani suoi alla chitarra, ha detto "Questo io intendevo quando ho scritto questa musica", allora Segovia, che ha imparato "a vista" le trascrizioni di Tarrega perché Llobet gliele mostrava con la chitarra alla mano (è scritto nella autobiografia di Segovia), è di sicuro il miglior referente di questo brano.

Dal 1995 ad oggi, è l'unica esecuzione che ancora mi fa accapponare la pelle. Alirio Diaz, John Williams, Julian Bream, con tutto l'amore e il rispetto che nutro per loro, sembrano degli scolaretti a confronto al gigante Segovia!

Buona visione!

Per qualsiasi cosa, lasciami un commento qui sotto o nel video.

Non perderti il prossimo 75° Streaming: MARGHERITA di Riccardo Cocciante, in un mio arrangiamento, la cui partitura in pdf è disponibile qui.

Iscriviti alla mia Email-List e restiamo in contatto

Seguimi anche su Instagram e Facebook.

Iscriviti al mio Canale YouTube.

GRAZIE!

Un forte abbraccio e a presto,

Flavio Sala.

#flaviosala #chitarra #guitar #music #streaming #youtube

Leave a comment

Add comment