CAPRICCIO XXIV Paganini - 77° Streaming - 29/11/2020

Il 77° Live Streaming di Domenica 29 Novembre 2020, dedicato al XXIV CAPRICCIO di Niccolò Paganini, è stata un'esperienza particolare per diverse ragioni. 

La prima è che ho sperimentato un doppio live: ho tenuto la diretta contemporaneamente sul mio Canale YouTube e sul mio profilo Instagram, con un picco di persone connesse di circa 100, sommando i due social. 

La seconda ragione è la sua durata: 3 ORE E MEZZA, il più lungo in assoluto. Sfido qualunque chitarrista della terra a mantenere l'attenzione di 70 persone, quelle che poi sono rimaste connesse, per un periodo di tempo così lungo! Sono sempre più sorpreso di questo ma è davvero gratificante. Vi ringrazio di cuore!

Di sicuro i tempi si sono un po' allungati perchè il primo quarto d'ora mi è servito per capire come impostare bene la telecamera per Instagram e, tramite il feedback in tempo reale dei miei cari Streamingziti, sono arrivato alla conclusione che, dal prossimo streaming, metterò il telefono al contrario, per non usare la telecamenra del selfie, altrimenti mi vedono come se suonassi da mancino (anche se lo sono per davvero!). E anche a me darebbe fastidio. Il lato negativo è che, non potendo vedere lo schermo, non riuscirò a leggere i commenti né le vostre domande. Vi chiederò di farmele in un altro momento, via email, oppure su YouTube, dove, invece potrò seguire.

La terza ragione è che, a un certo punto dello streaming, un idiota ha cominciato a sparare a zero in chat: che non si fa così, che queste cazzate non so che, che tratto il pubblico come se fosse costituito di stupidi, che nel 2020 non è questa la maniera di fare le cose, di divulgare musica e di fare musicologia. Come se qualcuno, durante una lezione, entrasse in aula e ti dicesse che sei un inetto e che chi ti segue lo come peggio di te. Cosa gli avreste risposto?

L'ho lasciato parlare ma a un certo punto non ce l'ho fatta più e gli chiesto, gentilmente ma perentorio, di smetterla. 

Lui ha continuato (nonostante lo avessi invitato a dire a tutti nome e cognome e a metterci la faccia come faccio io da Febbraio, senza rispondere, sintomo che è una persona che conosco e senza palle) e mi ha costretto a silenziarlo per 5 minuti (YouTube permette il silenziamento temporaneo).

Dopo 5 minuti è tornato all'attacco con altre cazzate. A quel punto, gli Streamingziti hanno cominciato a ribellarsi e a intervenire, grazie a dio. Se l'è cercata. Poi, finalmente, ha smesso di rompere. Ma, neanche 20 minuti ed è arrivato un altro Maestro alla carica, esordendo: "John Williams è il peggior chitarrista".

L'ho ignorato.

Allora ho colto la palla al balzo per ricordare e ribadire alcune cose.

Il video di cui sopra è integrale e puoi vedere e leggere tutto, chat compresa. 

Ma torniamo allo streaming.

Dopo aver raccontato un po' della vita strabiliante di Niccolò Paganini (151 concerti nel 1831!), aiutandomi con un bellissimo libro scritto e pubblicato nel 2020 da Danilo Prefumo (Paganini: vita, opere e suo tempo - Libreria Musicale Italiana, che consiglio vivamente), ho spiegato e suonato il CAPRICCIO XXIV con chitarra alla mano, battuta per battuta. 

Ho messo a confronto l'originale per violino (l'edizione di Carl Flesch), la trasposizione di Eliot Fisk (si, perché per me non è una trascrizione) e la trascrizione/arrangiamento di John Williams, che preferisco di gran lunga a tutte quelle esistenti, sia dal punto di vista delle note, che di come andrebbe suonato. 

Ricordo che John Williams ha inciso questo brano in un LP che si chiama "Variazioni per un Virtuoso", un disco del 1975, in cui John aveva 24 anni. E, prima di parlare (male) di John Williams, sciacquatevi la bocca, ma se state zitti è meglio. 

Ho spiegato tutte le ragioni per cui non preferisco e non consiglio la versione di Fisk e perché, al contrario, quella di Williams, nonostante risalga al 1978, è ancora validissima: la prima è come imitare in maniera pessima il violino, mentre la seconda è immaginare come Paganini lo avrebbe scritto per chitarra, con tutte le licenze che Williams si prende.

Ma è solo il mio punto di vista.

Il resto è nello streaming.

(Live in Russia, per rendere l'idea...)

Ci vediamo DOMENICA, 6 DICEMBRE, alle ore 17:00 sul mio Canale YouTube e sul mio INSTAGRAM.

Non perderti il bello della diretta: 78° Live Streaming MALLORCA di Isaac Albéniz. 

Iscriviti alla mia Email-List e restiamo in contatto.

Seguimi su Facebook e Instagram

Iscriviti al mio Canale youTube.

A presto,

Flavio Sala.

#flaviosala #chitarra #musica #livestreaming #repertorio

 

Leave a comment

Add comment